Menu

Postepay o PayPal: quale carta scegliere?

By Redazione Italia Cashback | Acquisti in rete

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Mar 25
meglio postepay o paypal

Le carte prepagate PayPal o Postepay sono tra le più utilizzate in Italia, sia negli acquisti in negozio che nel vasto mondo e-commerce.

Per sicurezza e flessibilità, entrambe le carte sono una garanzia. La convenienza dell’una rispetto all’altra dipende molto dal tipo di utilizzo che si intende farne.

Ma Paypal e Postepay sono la stessa cosa? Anche se hanno alcuni strumenti simili, la risposta è NO!

In questo articolo andremo appunto ad analizzare la differenza tra un pagamento con una carta PayPal e una prepagata Postepay.

Che cos’è una carta di debito prepagata?

Acquistare online sui migliori e più convenienti siti e-commerce è un’abitudine che in Italia sta crescendo al ritmo del 14% all’anno (secondo le stime della Casaleggio Associati).

Gli strumenti più utilizzati per completare le transazioni su internet sono le carte prepagate, la cui diffusione è notevolmente aumentata negli ultimi anni, e il cui utilizzo si estende, com’è ovvio, anche all’ambito offline tradizionale.

Una carta di debito prepagata è una carta fisica di pagamento, che può essere usata al posto del contante quando si fanno acquisti (sia offline che online).

Normalmente, tale carta fa parte di uno dei principali e maggiormente accettati sistemi di pagamento mondiali: Mastercard e Visa.

A differenza delle carte di credito, l’importo di denaro è immediatamente trasferito, e perchè la transazione possa perfezionarsi il budget deve essere stato preventivamente caricato sulla carta stessa.

La carta prepagata non richiede la titolarità di un conto bancario: elemento, questo, che la rende particolarmente appetibile e comoda da usare.

Oltre ai pagamenti, una carta di debito prepagata su cui ci siano soldi depositati può essere usata come bancomat per il prelievo del contante agli sportelli automatici.

Il principale svantaggio delle carte di debito prepagate è che certi servizi e-commerce non le accettino (limitando i pagamenti alle sole carte di credito tradizionali), e in particolare i servizi a pagamento ricorrente (abbonamenti e utenze) non riconoscano come modalità di pagamento una carta di debito.

Le carte prepagate più utilizzate in Italia

Gli italiani mettono al primo posto, per i propri acquisti online, la prepagata Postepay, subito seguita da quella Paypal (un conto virtuale nato inizialmente per acquistare in maniera sicura su Ebay).

Per capire quale effettivamente convenga, per chi voglia fare acquisti online, analizziamo le principali caratteristiche dei due sistemi di pagamento e delle relative carte prepagate.

Meglio Paypal o Postepay

Che cos’è Paypal?

Paypal è una compagnia americana che opera in tutto il mondo offrendo un servizio di pagamento e trasferimento online di denaro. Agisce come processore di pagamenti online per venditori, siti di aste e numerosi altri utilizzatori commerciali.

Esistono due principali modalità di sottoscrizione al servizio PayPal: il conto privato e quello business per le aziende (o comunque per chi lo usa a scopi professionali). In entrambi i casi, la modalità base di utilizzo del servizio è quella di un vero e proprio conto digitale simile ad uno bancario, che può essere alimentato attraverso:

  • il trasferimento di soldi
  • il ricevimento di soldi da altri utilizzatori
  • l’associazione di una carta di credito o un conto bancario vero e proprio da cui PayPal può attingere fondi

Tra i principali servizi offerti ai possessori di un account PayPal, ci sono la carta prepagata PayPal (che può essere ricaricata dal conto stesso o autonomamente) e il servizio PayPal.me, un sistema di pagamento peer-to-peer che permette agli utenti di inviare un link personalizzato (ad esempio ‘paypal.me/nomeutente/importo’) per richiedere un pagamento o micro-pagamento tramite un sms, una email o una qualunque piattaforma di messaggistica.

Che cos’è Postepay?

Con il nome ‘Postepay’ si fa riferimento a un set di carte prepagate utilizzabili tramite il circuito Postamat per effettuare pagamenti negli uffici postali italiani, in tutti gli esercizi commerciali e ovunque su Internet.

Nello specifico, ci sono 3 carte Postepay che possono essere richieste:

  1. Postepay Standard
  2. Postepay Evolution
  3. Postepay Evolution Business
Postepay Standard
Postepay Evolution

Tutti e 3 i prodotti possono essere usati per fare shopping sia in Italia che all’estero, oltre che su internet, e per prelevare denaro agli sportelli automatici.

Le versioni Evolution hanno funzionalità (e costi) aggiuntivi legati alla possibilità di predisporre o ricevere bonifici, e a quella di domiciliare utenze e pagare bollettini.

Postepay o Paypal, differenze ed affidabilità

Una delle ragioni del successo delle carte prepagate è da ricercare, secondo vari rapporti AGCOM, proprio nella maggiore tutela e sicurezza durante le transazioni online.

Mentre PayPal e Postepay Evolution si appoggiano al circuito internazionale MASTERCARD, Postepay Standard appartiene al circuito VISA. Tutte, da questo punto di vista, sono una certezza.

Le carte prepagate dei due circuiti sono simili in molti aspetti ma risultano più o meno vantaggiose per alcuni utilizzi specifici.

1 Costi

L’attivazione di una carta prepagata Paypal costa 9,90 €, e può essere fatto online sul sito www.paypal.com oppure presso un punto vendita LIS CARD di Lottomatica.

I costi di ricarica sono di 1,10 € tramite bonifico o presso una ricevitoria LottomatiCard (1,50 per importi superiori a 150 €), e 2,50 per la ricarica fatta al Bancomat. Tuttavia, la ricarica fatta tramite il proprio conto online PayPal è gratuita per qualunque importo.

Per quanto riguarda Postepay il costo di rilascio è 10 € (5 €, come si legge erroneamente in rete, è il costo di attivazione di una carta junior per i bambini). Le ricariche costeranno 1 € negli uffici postali e su siti e app Postepay, e 2 € al Bancomat e negli altri circuiti convenzionati.

Paypal vs Postepay

Per entrambe il canone annuale è gratuito, mentre per la Postepay Evolution è di 12 €.

2 Prelievi

La carta PayPal ha un limite di prelievo giornaliero di 500 euro se fatto al Bancomat e di 250 euro se effettuato tramite punti vendita LottomatiCard.

La carta Postepay Standard ha invece un tetto giornaliero di 250 euro fissi.

Per prelevare in Italia è leggermente preferibile PayPal, a patto però di trovare un Bancomat di Banca Sella, l’unico che non applica commissione al prelievo, altrimenti verrà applicata una commissione di 1,90 €.  Con Postepay, invece, negli uffici postali e nel circuito ATM Postamat, la commissione fissa di prelievo è 1 €.

3 Plafond delle carte

Il plafond di una prepagata Paypal è di 10.000 €.

Quello di una Postepay si attesta a 3.000 € (ma per la Postepay Evolution è di 30.000 €)

4 Circuito 

La carta Paypal e le Postepay Evolution fanno parte del circuito Mastercard, mentre la Postepay Standard è Visa.

5 Acquisti 

Sia per comprare offline che per fare acquisti online, le due carte sostanzialmente si equivalgono.

L’unica differenza che - in rari casi - si potrebbe trovare è legata al circuito Mastercard / Visa. Laddove un esercente non accettasse uno dei due, la carta che viaggia sull’altro sarebbe certamente preferibile.

Vantaggi della carta PayPal su Postepay

Oltre a questa comparazione diretta sulle singole caratteristiche e funzionalità comuni, è possibile individuare alcuni vantaggi esclusivi di una carta o dell’altra.

PayPal ha la caratteristica di collegare il conto online sulla piattaforma alla carta ricaricabile. Questa peculiarità porta alcuni vantaggi rispetto a Postepay: su tutti, lo spostamento immediato di soldi dal conto alla carta e viceversa.

Il codice IBAN presente sulla carta dà la possibilità di ricevere sulla carta lo stipendio (e ogni altra forma di bonifico). Queste sono opzioni non utilizzabili con una Postepay Standard (ma oggi integrabili attraverso la sottoscrizione di una Postepay Evolution).

Paypal o Postepay? Vantaggi Paypal

Vantaggi di Postepay su Paypal

Le carte prepagate Postepay, per il particolare ed esclusivo circuito su cui poggiano, hanno una serie di piccoli benefici ed incentivi che un utilizzatore di una carta Paypal non può sfruttare.

Tra questi: gli sconti del circuito Bancoposta, i Postepay Deals (delle offerte online di vario genere per i possessori della card), il servizio MoneyGram (a pagamento) per trasferire il denaro fuori dall’Italia.

Ricarica Postepay da PayPal: come fare?

PayPal e Postepay non sono soltanto in contrapposizione: possono curiosamente avvantaggiarsi a vicenda, in certi casi. Ad esempio, è possibile ricaricare la carta Postepay online proprio tramite il conto Paypal.

In questo video è spiegato come:

Alternative a PayPal e Postepay

Non ci sono solo Postepay e PayPal: anzi, negli ultimi anni il panorama internazionale legato alle carte prepagate sta portando all’attenzione prodotti sempre più interessanti ed affidabili anche per gli utenti italiani.

Possiamo considerare come migliori alternative a Postepay i servizi Hype e la prepagata di N26 (una banca tedesca online).

Per quanto riguarda Paypal, il miglior servizio alternativo (dotato anch’esso di un vero e proprio conto e di una carta prepagata immediatamente richiedibile online) è Transferwise.

Quando non usare una carta prepagata

Se la transazione avviene tra privati o su siti di aste online, come ad esempio proprio su Ebay, è fortemente sconsigliato un certo tipo di uso delle carte prepagate, specialmente di Postepay, tanto che gli stessi siti di aste talvolta vietano l’uso di questo strumento di pagamento elettronico.

Nello specifico, il problema è dato dalle ‘ricariche’ fatte alle carte di altri come corrispettivo di un prodotto o una prestazione.

Non essendoci sempre la possibilità di tracciare il beneficiario della ricarica Postepay, non è possibile tutelarsi in caso di truffe se non ricorrendo ad una denuncia alla Polizia Postale.

Le pratiche da espletare e il processo da seguire di persona, nonostante il possibile truffatore possa essere dall'altra parte d'Italia, rendono tutto molto dispendioso, scoraggiando il 90% delle persone a presentare una denuncia formale.

Il consiglio è quindi di prevenire questi problemi ed evitare le ricariche Postepay se non per accreditare soldi ed importi a conoscenti ed amici.

In conclusione: PayPal o Postepay?

In conclusione, si può affermare entrambe le carte prepagate sono adatte a tutte le forme di pagamento digitale e al prelievo di contante.

Se si ha bisogno di una prepagata che si comporti come un conto corrente bancario, PayPal risulta essere il sistema più indicato.

Se invece non si hanno particolari necessità, e ci si accontenta di un plafond più basso, la Postepay Standard sarà probabilmente la più conveniente.

La forza di PayPal rispetto a Postepay, infatti, è soprattutto nell’associazione al proprio conto digitale, che può essere usato direttamente per effettuare (e ricevere) pagamenti, bypassando la necessità stessa di usare una carta prepagata.

La maggior parte dei portali che vendono online nel 2019, oltre alla modalità di pagamento tramite carta, permette, per l’appunto, il pagamento diretto con il conto Paypal. Amazon, però, non è tra questi!

Ovviamente, entrambe le carte prepagate possono essere utilizzate per acquistare sui principali siti di cashback: in questo caso, infatti, non è il sito a richiedere l’utilizzo di un sistema di pagamento piuttosto che un altro, ma invece il negozio o la piattaforma di prenotazione partner su cui si fa l’acquisto finale.

Per questa ragione, il cashback, in sé, non implica nessuna differenza di convenienza o opportunità tra una carta prepagata PayPal e una Postepay.

Fateci sapere nei commenti come vi trovate con i due sistemi di carte, e quale avete scelto di usare per i vostri acquisti online!

About the Author

La Redazione di Italia Cashback eredita l'esperienza di 8 anni della piattaforma Queexo.com e la riversa in un nuovo contesto più globale, smart e improntato al marketing strategico (che rappresenta la principale area di expertise del gruppo).

>
Scroll Up