Come scegliere il tapis roulant e le scarpe da running

By Redazione Italia Cashback | Acquisti in rete

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Ago 02
tapis roulant come sceglierlo

Pubblicato il 15 agosto 2018 - Ultimo aggiornamento il 2 agosto 2020

La corsa è probabilmente l’attività sportiva che da più benefici in assoluto per la salute.

Non sempre è possibile praticarla all’aperto, per cui spesso è necessario il tapis roulant. Ne esistono in commercio diversi tipi, elettrici o magnetici, e disponibili a vari prezzi, così come esistono moltissime tipologie di scarpe da running adatte all'utilizzo sul tappeto. 

Vediamo come scegliere il tapis roulant più sicuro e adatto alle proprie esigenze, con la possibilità di acquistarlo online per risparmiare tempo e soldi.

Come scegliere un buon tapis roulant?

La corsa è considerata da molti esperti come la migliore attività fisica: oltre a migliorare l’efficienza muscolare generale, potenzia il cuore, previene diabete, ipercolesterolemia e diverse malattie cardiovascolari.

E’ stato dimostrato che fare jogging in maniera regolare aumenta la sensazione generale di benessere e migliora l’umore.

Molto spesso però non è possibile correre in strada, per cui è necessario fare affidamento a un buon tapis roulant. In commercio ne esistono tantissimi, con prezzi spesso molto differenti. Quale tapis roulant scegliere?

Tapis roulant magnetico o elettrico

Iniziamo tracciando una prima grande differenza tra tapis roulant elettrico e magnetico.

Il tapis roulant elettrico ha in dotazione un motore elettrico che fa scorrere il nastro su cui si corre.

Il tapis roulant magnetico, invece, si muove grazie alla spinta muscolare di chi corre (cioè sostanzialmente il tappeto è mosso direttamente da chi lo usa).

Mentre sul tapis roulant elettrico la velocità è regolabile proprio grazie alla presenza del motore, sul quello magnetico una resistenza magnetica va a regolare l’intensità dell’allenamento. 

Tapis roulant magnetico: pro e contro

In linea generale, l’allenamento sul tapis roulant magnetico è più faticoso, per cui si presta maggiormente per le camminate veloci e per chi vuol praticare l’home fitness.

Il vantaggio è di avere dimensioni più contenute, spesso è piegabile e facilmente riponibile anche negli spazi più stretti. Il prezzo è notevolmente minore rispetto al più professionale tappeto elettrico.

Tapis roulant elettrico: pro e contro

Il tapis roulant elettrico, presente nel 99% delle palestre, è adatto a ogni tipo di allenamento: su uno stesso modello può quindi allenarsi sia chi è alle prime armi, che chi effettua la preparazione a gare sportive.

E’ uno strumento professionale e versatile, ma che occupa molto spazio e ha bisogno di una buona manutenzione. In caso di avarie o guasti, data la presenza del motore elettrico, è assolutamente necessario l’intervento di un tecnico specializzato.

Risparmiare online: dove comprare un tapis roulant

In rete esistono diversi negozi specializzati nella vendita nel settore sportivo e che offrono un buon rapporto qualità prezzo. Numerose offerte e prezzi speciali sono proposti continuamente dai migliori store online dedicati agli sportivi.

Per chi è alla ricerca del risparmio e delle occasioni, utilizzare il Cashback, permetterà di ottenere un parziale rimborso sull’importo speso per comprare il tapis roulant online.

Tra i negozi convenzionati con i più importanti siti di cashback che operano in Italia si possono trovare numerosi store specializzati in attrezzatura sportiva.

LO SAPEVATE? Immaginando, ad esempio, di voler comprare un tapis roulant elettrico spendendo 600 euro, con il Cashback posso ottenere un rimborso pari anche a 40-60 euro! 

Semplicemente ricercando per categoria (ad esempio 'articoli sportivi'), il sito di cashback fornirà un elenco di negozi partner e le relative percentuali di rimborso.

Gli store convenzionati cambiano nel tempo e possono essere soggetti a promozioni periodiche, ma, per avere un'idea di qualche ecommerce che vende tapis roulant o articoli per il running su cui spesso si può sfruttare il cashback, ecco qualche esempio:

  • Decathlon
  • Cisalfa
  • Rossignol
  • Nike
  • AliBaba

Il risparmio ottenibile tramite cashback non è ovviamente limitato al tapis roulant: è possibile sfruttarlo per acquistare qualunque altro accessorio, a partire dalle scarpe da running.

Scarpe per tapis roulant

L'acquisto e l'uso del tapis roulant adatto alle proprie esigenze non può essere separato dalla scelta delle scarpe da running più adatte alla corsa su un tappeto.

In particolare il punto è: che differenza c'è nella scelta della scarpa giusta se si corre in strada o se invece lo si fa su un tapis roulant?

La risposta, in base agli studi fatti e al parere degli esperti, non è univoca.

Possiamo però in generale affermare che non c'è una sostanziale differenza nella scelta delle scarpe per tapis roulant da quelle per il running tradizionale su strada.

Approfondendo l'analisi delle differenze di corsa, sono da evidenziare due fattori:

  1. correre su un tapis roulant induce un passo, seppur di poco, più breve e veloce di quando si corre all'esterno, e un atterraggio con piede più piatto
  2. la scelta delle scarpe da running contempla, tra i criteri da considerare, quello della superficie su cui si corre. Mentre questa all'esterno può essere varia e richiedere caratteristiche specifiche della scarpa, quella dei tappeti è standard e sempre uguale.

Entrambe queste osservazioni, tuttavia, non inducono sostanzialmente una diversa scelta di scarpe per il tapis roulant rispetto ai criteri generali per le scarpe da running.

Un'altra considerazione va fatta rispetto al possibile maggior carico del colpo a terra nel corsa su tappeto, implicando quindi la necessità di una scarpa con maggiore ammortizzazione.

Questa teoria però è controversa e non provata: di conseguenza la scelta di una scarpa per tapis roulant più ammortizzata, oppure più morbida, rientra semplicemente nella sfera di preferenza personale o di sensibilità del proprio piede.

Come scegliere le scarpe da running online?

Avendo quindi concluso che non c'è una univoca ed evidente differenza tra la scarpa per la corsa su tapis roulant e quella per outdoor, è possibile tracciare delle linee guida comunica per la scelta dell'articolo più idoneo.

Come si classificano le scarpe da running? Cosa le differenzia? Quali sono i fattori a cui si deve prestare assolutamente attenzione e quali sono i parametri per districarsi nella scelta dei vari modelli presenti in commercio?

La scarpa da running è il vero e proprio “attrezzo” che funziona da intermediario tra il terreno e il tuo piede e indossare una calzatura non idonea può comportare danni alla salute.

In questo senso, non solo è importante la scelta iniziale, ma anche l'utilizzo di scarpe in buono stato. Il deterioramento può variare in base a diversi fattori ed essere più o meno evidente.

Categorie di scarpe da running: da A0 ad A5

Queste calzature si suddividono in 5 categorie, da A0 a A4.

Volendo individuare una prima differenza evidente, si distinguono per peso e per capacità di ammortizzare l’impatto tra il gesto atletico e il terreno su cui si svolge l’esercizio stesso.

Per semplificare, infatti, le scarpe da running appartenenti alla categoria A1 sono ultraleggere e sono più idonee per un uso professionale mentre, a salire, le altre, fino all’A4, sono decisamente più stabili e adatte anche a chi ha qualche chilo di troppo.

Le A0 sono estremamente leggere e adatte a un numero ristrettissimo di persone che prediligono la velocità e che vantano una muscolatura e articolazioni perfette. Si corre, in pratica, come se si stesse a piedi nudi.

Le A1, come appena accennato, sono le superleggere ed è consigliabile che vengano utilizzate da persone giovani e che non abbiano problemi articolari, come potrebbe essere un principio di osteoporosi, o che queste stesse siano indossate da persone in forma e il cui peso non gravi troppo sulle giunture. 

Le A2 sono scarpe intermedie e sono quasi degli ibridi perché possono sia essere adoperate per le gare sia per il fondo.

Le A3 sono sicuramente le più utilizzate perché sono quelle che assicurano il massimo ammortizzamento e anche la massima protezione. Attenzione sempre alla qualità della marca scelta! Se si compra un modello A3 ma realizzato con materie prime scadenti è molto probabile che insorgano problematiche e fastidi.

Le A4 sono modelli iper stabili, realizzati per chi ha problemi alle caviglie o abbia un differente modo di camminare, come si vedrà in seguito, o superi un determinato peso limite. Queste scarpe sono le più confortevoli in assoluto.

Gli elementi fondamentali per scegliere le scarpe da running

Esistono degli elementi imprescindibili da tenere in considerazione quando si sceglie la propria scarpa, sia essa da tapis roulant o da esterno.

Questi sono, nello specifico:

  • la postura, 
  • la tipologia della propria pianta del piede,
  • la distanza che si intende percorrere,
  • i luoghi in cui si predilige correre (vi è una netta differenza se si pratica questo sport su una pista di atletica o su sentieri scoscesi di campagna).

Nella scelta, bisogna partire da una domanda: sapete come camminate?

Sebbene la maggior parte delle persone appoggino la pianta del piede verso l’esterno o in modo cosiddetto “neutro”, potreste essere un pronatore e cioè una persona che tende fare il passo ponendo la pianta verso l’interno.

Quindi, come regolarsi? Nel primo caso è bene optare per una canonica A3, nel caso del pronatore è preferibile una scarpa A4.

SUGGERIMENTO: per capire come si cammina ci sono due alternative: si può andare, infatti, in negozi specializzati che posseggono un macchinario in grado di stabilire qual è il vostro modo di camminare. Oppure più semplicemente osservando la suoletta interna di una vecchia scarpa e vedere il lato dove questa è più consumata.

Che numero di scarpa acquistare?

Innanzitutto, come sicuramente vi sarà già capitato, la scarpa da ginnastica o da running va acquistata di un numero leggermente più grande perché nell’atto della corsa il piede tende a scivolare in avanti e se la misura è giusta andrebbe a scontrarsi ogni volta con la punta della scarpa.

In generale, mezzo numero in più è la scelta giusta.

Considerate, inoltre, la necessità di indossare queste scarpe con calze, le quali, pur non essendo ingombranti, devono essere realizzate in un materiale tale da lasciare traspirare il piede e consentire la fuoriuscita del sudore.

Quando cambiare la scarpe da running?

Per comprendere se è il momento di cambiare scarpa, provate a fare due semplici tentativi: poggiarne una su un tavolo e controllare se rimane in equilibrio.

Se pende da un lato o da un altro, allora è un brutto segno.

Ogni qual volta, invece, si preme con un pollice all’altezza dell’alluce, la forma della scarpa deve rimanere integra e “deformarsi” temporaneamente di poco.

Se, dopo aver effettuato una breve pressione, nella scarpa si crea una rientranza quasi come se fosse un pallone sgonfio, allora non c’è dubbio è giunta l’ora di dire addio al vecchio e fidato compagno di mille avventure.

È in ogni caso buona norma cambiare le proprie scarpe ogni 700-1000 km percorsi.

Domande frequenti

Che differenza c’è tra tapis roulant elettrico e magnetico?

Il tapis roulant elettrico ha in dotazione un motore elettrico che fa scorrere il nastro su cui si corre.
Il tapis roulant magnetico, invece, si muove grazie alla spinta muscolare di chi corre (cioè sostanzialmente il tappeto è mosso direttamente da chi lo usa).

Che differenza c’è tra le scarpe per tapis roulant e quelle da running?

Non esiste una sostanziale differenza tra le scarpe per tapis roulant e quelle per running all’aperto. Spesso si ritiene che la corsa sul tappeto richieda scarpe maggiormente ammortizzate, ma non esistono riscontri univoci. La scelta dei due tipi di scarpa dovrà essere diversa solo nel caso in cui la corsa all’aperto avvenga su superifici particolari o usuranti.

Come risparmiare sull’acquisto di un tapis roulant?

Comprare il tapis roulant online permette di accedere, di norma, ai prezzi più bassi di mercato, comparando in tempo reale le offerte dei diversi negozi e conoscendo i feedback di utenti che hanno già acquistato. Inoltre, l’utilizzo dei siti di cashback permette di farsi riaccreditare una parte di quanto speso, in genere tra il 4% e l’8%.

Conclusioni

La corsa, oltre a essere una salutare abitudine o un quotidiano allenamento, può diventare una grandissima passione.

Tuttavia, per scegliere l'attrezzatura e l'equipaggiamento giusti e di qualità non bisogna aspettare, o si rischiano problemi fisici che possono diventare cronici.

Scegliere un buon tapis roulant e acquistare le scarpe da running adatte al vostro piede, sia per il tappeto stesso che per l'esterno, sono certamente tra le prime cose da prendere in considerazione.

Trattandosi spesso di articoli piuttosto costosi, soprattuto se professionali e di qualità, il cashback può essere uno servizio utilissimo per tagliare i vostri costi o quelli dei vostri amici.

SUGGERIMENTO: per avere un'idea di quanto potete risparmiare e su quali negozi, potete cominciare guardando, ad esempio, i negozi sportivi partner di Beruby, una delle piattaforme di cashback più affidabili sul mercato.

Avete già acquistato online tapis roulant e scarpe? Lasciateci feedback della vostra esperienza nei principali e-store utilizzando i commenti qui sotto.

Follow

About the Author

La Redazione di Italia Cashback eredita l'esperienza di 8 anni della piattaforma Queexo.com e la riversa in un nuovo contesto più globale, smart e improntato al marketing strategico (che rappresenta la principale area di expertise del gruppo).

>
Scroll Up