Consigli per lo shopping online

By Redazione Queexo | Acquisti in rete

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Ago 12
Consigli per lo shopping online

I dati parlano chiaro: gli italiani sono sempre più favorevoli a fare shopping online. Si risparmia, si evitano code in negozio e i prodotti sono recapitati direttamente a casa. Numerosi sono gli store specializzati nel settore, ma qual è il miglior sito per fare shopping online?

Perché comprare in un negozio online?

Le tradizionali attività commerciali sono soggette a costi fissi, pensiamo alle spese per l’affitto, per il personale… Un’attività online non ha invece queste incombenze, per cui può permettersi di mantenere i costi più bassi. Ciò si traduce in un netto risparmio per il compratore.

In rete ormai ci sono numerosissimi portali dedicati all’e-commerce, offrendo un servizio sicuro, economico e di qualità. Non importa se si tratti di abbigliamento o materiale high tech, la parola d’ordine è risparmiare. Ecco perché è fondamentale sapere dove fare shopping online.

Il miglior sito per fare shopping online

A seconda del tipo di prodotto che si vuol comprare è possibile fare un vero e proprio elenco dei siti leader del settore e che propongono ogni giorno affari e sottocosto eccezionali.

Il miglior negozio di abbigliamento firmato

Se ad esempio si è interessati a comprare un nuovo vestito, o un semplice paio di jeans, è possibile far riferimento ai migliori negozi di abbigliamento firmato.

Miglior sito shopping online

Il più completo è certamente Privalia, con una rete di marchi e negozi che propongono ogni giorno prezzi straordinariamente convenienti con cui rifarsi il guardaroba spendendo davvero poco.

Negozi di elettronica online: non c’è solo Amazon

Soprattutto negli Stati Uniti, Amazon è certamente il leader del settore, ma attenzione alla concorrenza. Il settore dell’high-tech è in continua espansione e non conosce crisi.

Tra i tanti specializzati, uno dei migliori siti per fare shopping online è certamente e-Price: film, dvd, prodotti per la casa e tanto altro per uno store che vanta oltre 400.000 articoli.

Il miglior sito di viaggi

Per chi ama esplorare il mondo e ha sempre le valigie pronte, il sito Volagratis offre centinaia di offerte e voli a prezzo scontato, dando la possibilità di confrontare i prezzi dei voli delle migliori compagnie di viaggio low cost di tutta Europa.

Per gli alberghi, Booking resta la piattaforma di riferimento, leader a livello globale, e mediamente con i migliori prezzi sul mercato. Gode di un altissimo trust ed è conosciuta praticamente da chiunque.

Risparmiare con il Cashback

Accanto alle offerte proposte dai migliori negozi per fare shopping online, il Cashback rappresenta un’ulteriore possibilità di risparmio. Tutto questo grazie una fitta rete di negozi convenzionati attraverso i quali è possibile ottenere un parziale rimborso della cifra spesa durante gli acquisti online.

 Iniziare a risparmiare è davvero questione di una manciata di click e meno di 30 secondi, collegandosi alla Piattaforma Negozi di Italia Cashback.

I 10 errori da non commettere quando si acquista online

Acquistare online è spesso conveniente e comodo, come abbiamo detto, ma occorre prestare la giusta attenzione per non imbattersi in truffe e arrabbiature. È bene prendere qualche precauzione e comprendere sin dall’inizio quali siano i comportamenti da evitare e quali sono i diritti di cui gode un consumatore

Errori shopping online

Analizzando i 10 errori in cui non incorrere quando si acquista online è possibile, di riflesso, ottenere una sorta di vademecum del buon compratore su siti e-commerce.

  • Non fornire i dati relativi al proprio conto corrente o alla propria cartadi credito se non compare un lucchetto nell’angolo in basso a destra della pagina su cui si sta effettuando l’acquisto. I siti e-commerce affidabili utilizzano protocolli di sicurezza (solitamente il Secure Socket Layer: SSL) che permettono di identificare l’utente e contemporaneamente di bloccare l’accesso a terzi. Se durante la transazione si visualizza un lucchetto significa che la connessione è sicura. Un altro indicatore è, altresì, presente nella barra degli indirizzi: https, con la “s” finale, è indice di sicurezza.
  • Non fornire troppe informazioni personali sul proprio conto corrente o la propria carta di credito per effettuare un pagamento. Per completare un ordine è sufficiente il numero della carta di credito e la relativa scadenza.

  • Non dimenticare di verificare il saldo del tuo estratto conto. Questo è un valore da tenere costantemente sotto controllo: occorre contestare tempestivamente prelievi non conformi a quanto pattuito.

  • Non trascurare dleggere le condizioni di vendita: valuta le spese di spedizione, i costi aggiuntivi e il periodo di validità delle offerte. È importante non lasciarsi fuorviare da un prezzo molto conveniente e agire senza riflettere. Prima di prendere una decisione è fondamentale leggere le condizioni di vendita applicate, le quali, solitamente, si possono rinvenire nelle sezioni “condizioni generali”, “carrello” o “guida all’acquisto”. Capire se ci sono spese e tasse extra da aggiungere al prezzo base è l’unico modo per stimare se l’acquisto è effettivamente conveniente.

  • Non sottovalutare i tempi di consegna. I tempi per la buona riuscita di una sorpresa sono essenziali. Per non rimanere delusi, bisogna tener presente che le spedizioni ordinarie viaggiano solo durante le giornate lavorative. E se la merce non viene consegnata? Se il prodotto non viene recapitato nei tempi concordati, il venditore è tenuto a informare il compratore e proporre il rimborso. Se questo non accade e il venditore è reperibile, il primo passo da fare è l’invio di una raccomandata a/r in cui si dichiara la risoluzione del contratto e si sollecita il rimborso. Se il venditore non è contattabile o è reticente, bisogna presentare una denuncia alle autorità entro 90 giorni, allegando tutta la documentazione utile a propria disposizione.

  • Non fidarsi delle recensioni anonime. Cercare informazioni sul venditore è un’ottima pratica, ma conviene diffidare dei feedback anonimi poiché questi potrebbero essere scritti ad hoc per trarre in inganno il consumatore.

  • Preferire sempre i siti conosciuti. Quando si deve acquistare un prodotto, è preferibile consultare in primis i portali e-commerce più affermati o, a scelta, i siti delle grandi catene con negozi fisici distribuiti su tutto il territorio nazionale. Sono da evitare, appunto, i siti sconosciuti soprattutto quando propongono prezzi eccessivamente più bassi rispetto a quelli della concorrenza.

  • Non bisogna rompere le confezioni né cestinare gli imballaggi. Quando il pacco viene recapitato, è necessario controllare che non manchi nulla e che tutto sia integro e funzionante. Per restituire un prodotto difettoso sarà obbligatorio utilizzare gli involucri originali.

  • Non cestinare ricevute, prove d’acquisto e i messaggi di errore. Se mentre si effettua una transazione, il sito si blocca o si verifica un qualsiasi disguido che inficia la buona riuscita del completamento dell’ordine, è consigliabile stampare una copia della pagina del sito in cui risulta che l’acquisto non si sia perfezionato. Tale prova potrà risultare utile in caso di erroneo addebito.

  • Non rinunciare ai diritti del consumatore. Chi acquista online gode della stessa tutela riservata a chi acquista nei negozi fisici. La garanzia, dunque, per ogni prodotto è pari a due anni. È possibile esercitare liberamente il diritto di recesso, senza costi aggiuntivi e senza fornire motivazioni entro dieci giorni dalla data di ricevimento del pacco. Per poter esercitare questo diritto, sarà opportuno leggere le norme previste nei singoli portali e-commerce. È bene ricordare che, grazie al recepimento di una direttiva europea, a partire da giugno 2014, il termine in cui potersi avvalere del diritto di recesso sarà modificato in 14 giorni. Restano valide le restrizioni su alcuni tipi di prodotto: non sarà possibile richiedere il rimborso, infatti, per giornali o riviste, per beni realizzati su misura e personalizzati o per prodotti informatici i cui sigilli di autenticità siano stati rimossi.
>>> Lettura consigliata: LA GUIDA DEFINITIVA AI SALDI ONLINE

Acquistare online dalla Cina

Un paragrafo a parte merita il filone di acquisti sul mercato cinese, particolarmente florido online.

Come è possibile acquistare prodotti direttamente dalla Cina? Quali sono gli errori che si commettono più frequentemente? Conviene realmente importare prodotti dai paesi asiatici? Scopri tutti i segreti per effettuare gli ordini giusti e non rimanere deluso.

Comprare online dalla cina

Primi passi

Il primo passo da compiere sui portali cinesi come, ad esempio, Alibaba.com o Aliexpress, è la registrazione. È possibile iniziare a ricercare ciò che si desidera, ordinando i risultati in base ai fornitori, al prezzo o al numero delle vendite.

È importante visualizzare sempre la scheda completa di ogni prodotto perché le caratteristiche presenti nella dicitura indicata in homepage potrebbero differire da quelle realmente possedute dall’oggetto e inserite solo per attirare l’attenzione del compratore.

Prima di effettuare qualsiasi ordine dalla Cina è fondamentale verificare che i prodotti dispongano di valide certificazioni e che queste siano conformi agli standard europei per evitare che i plichi vengano sequestrati dagli uffici doganali. La merce realizzata in Cina, infatti, è destinata per lo più verso il mercato interno o per continenti quali l’Africa e l’America latina, luoghi in cui i controlli sono più blandi.

È buona prassi anteporre nella ricerca degli articoli la dicitura “CE” e, qualora si fosse interessati all’acquisto, contattare il fornitore richiedendogli l’invio di una copia digitale del certificato, controllando che l’ID stampato sul documento corrisponda a quello presente sul certificato stesso.

Un’altra soluzione comoda è scegliere categorie merceologiche che non necessitano di certificazione come l’abbigliamento, le scarpe e i gioielli.

Sebbene negozi cinesi online presentino una versione italiana, è preferibile utilizzare quella inglese perché la traduzione spesso è lacunosa e lascia a desiderare.

Acquistare online dalla Cina

Come scegliere e rapportarsi con il venditore

Le recensioni sui venditori sono degli indicatori utilissimi. Un fornitore può essere considerato affidabile se presenta almeno il 95% di feedback positivi, se i commenti negativi non sono recenti o sono attribuibili a cause fortuite e se, in aggiunta, è specializzato nella commercializzazione di una determinata tipologia di merce.

Nei siti come Alibaba.com o Aliexpress è possibile contrattare il prezzo con il fornitore ma bisogna stare attenti a proporre una giusta cifra onde evitare che il grossista accetti ma spedisca in Italia merce di pessima qualità.

Una volta trovato un accordo, è bene farsi inviare un campione, specialmente se l’ordine è costituito da numerose unità. Su Alibaba.com, inoltre, è possibile richiedere ciò di cui si ha bisogno pubblicando una richiesta con tutte le specifiche e attendere di essere ricontattati dal fornitore disposto e in grado di evadere l’eventuale ordine.

I portali business to business annoverano tra i grossisti importanti aziende manifatturiere che possono fregiarsi del titolo di “Gold Supplier”, ovvero fornitore d’oro, e che offrono indubbiamente una maggiore affidabilità.

Come pagare

Pagamenti sicuri sono quelli che utilizzano i circuiti MasterCardVisa o PayPal. In realtà, le metodologie di pagamento non variano rispetto ai portali italiani o europei, ma comunque è bene utilizzare delle precauzioni.

Non conviene mai pagare l’intera cifra quando si effettua l’ordine ma riservarsi una quota che può variare dal 50% al 70% da corrispondere quando la merce viene realmente spedita. Questo espediente è utile quando si ordinano grandi quantitativi per far sì che il venditore sia incentivato a considerare come priorità il reperimento di tutti gli oggetti richiestigli e a spedire quanto prima.

Conviene, inoltre, scrivere una causale approfondita quando si paga attraverso PayPal poiché questo può essere un valido strumento per rivalersi contro il fornitore qualora il prodotto non dovesse essere conforme a quanto ordinato.

Prima di pagare, però, occorre tenere in considerazione gli ultimi due fattori: è necessario infatti, considerare la difficoltà di far valere la garanzia e valutare i costi aggiuntivi di dazi e tasse legate all’importazione di prodotti provenienti da paesi al di fuori della comunità europea.

Come si calcola l’importo complessivo da sborsare? Prima di avventurarsi su portali cinesi, è importante informarsi sulle tariffe doganalisempre!

Conclusioni

In questo articolo abbiamo fatto una panoramica (veloce e senza nessuna pretesa di esaustività quanto ai negozi delle varie categorie) di dove e come comprare online, affrontando 3 delle tematiche su cui ci si pone più domande:

  1. c'è un sito migliore per comprare online?
  2. cosa devo stare attento a non fare quando compro online?
  3. cercando siti dove fare shopping a poco prezzo, è prudente comprare dalla Cina online?

E voi, quale domanda aggiungereste a queste 3 tematiche 'classiche' che abbiamo sviluppato?

About the Author

Il 'Blog di Queexo' è stato per oltre 5 anni punto di riferimento italiano per i contenuti relativi a cashback, acquisti in rete, coupon, sicurezza internet, recensioni di negozi e trend della rete.

>
Scroll Up