Come fare la spesa online? Su quali siti? – Guida completa

By Redazione Italia Cashback | Acquisti in rete

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Apr 29
La spesa online guida completa

La spesa online è un’abitudine di acquisto che si sta diffondendo rapidamente, e riguarda  generi alimentari, prodotti per la casa, articoli farmaceutici.

L’emergenza legata al Covid 19 - e le conseguenti restrizioni - hanno ulteriormente accelerato il processo di digitalizzazione degli acquisti quotidiani, a partire da quelli nei supermercati.

Chi non ha mai fatto spesa con il computer o il cellulare, può tuttavia avere dubbi e incontrare alcuni ostacoli iniziali.

In questo articolo andremo ad analizzare:

  • come fare la spesa online sfruttando lo smartphone o il computer

  • quali supermercati e grandi catene offrono questo servizio

  • come fare la spesa online sfruttando servizi esterni a quelli offerti dalle grandi catene

  • come pagare e cosa sapere sulla consegna della merce

  • come risparmiare al massimo sulla spesa online (quali supermercati permettono di usare il cashback?)

Come fare la spesa online (nei supermercati)

Fare la spesa online può essere una comodità oppure una necessità. Le grandi catene di supermercati e ipermercati si stanno progressivamente attrezzando per fornire un servizio digitale, a distanza, ai propri clienti.

Non è però sempre così semplice capire come funziona la scelta online dei prodotti e l’erogazione della consegna. 

Ogni supermercato ha adottato soluzioni diverse (la maggior parte delle quali ancora in evoluzione e perfezionamento) e garantisce coperture geografiche differenti (tutte in progressiva espansione).

Andiamo ad analizzare come si comportano le principali catene.

Spesa online Esselunga

Esselunga fornisce sia il servizio di spesa online (acquisto da casa e consegna a domicilio) che quello di sola consegna a domicilio per chi ha acquistato al supermercato ma non vuole portare via personalmente i pacchi.

Il servizio online di spesa è accessibile dal sito esselungaacasa.it: qui troverete un pop up con la richiesta di inserimento del vostro cap (in modo da verificare la copertura territoriale del servizio).

Spesa online Esselunga

Fonte: esselungaacasa.it

Se il check è positivo verrete reindirizzati allo shop online vero e proprio, per accedere al quale vi verrà però richiesta la registrazione (gratuita, ovviamente).

DA SEGNALARE: durante l’emergenza coronavirus, Esselunga ha istituito un servizio di consegna gratuita per i clienti con più di 65 anni.

Spesa online Conad

Conad eroga il servizio di spesa online attraverso il portale Al tuo servizio.

Qui è possibile scegliere tra due modalità: la spesa online con ritiro in negozio (al punto vendita prescelto) o la spesa online con consegna a domicilio.

Per prima cosa viene richiesto l’inserimento del proprio cap o del proprio indirizzo.

In questo modo si effettua la verifica che ci siano negozi della catena che svolgono il servizio nell’area desiderata. In caso positivo, si verrà reindirizzati su una pagina di scelta del punto vendita specifico, e da qui si potrà procedere agli acquisti.

Tuttavia, il servizio di Conad ha grossi limiti territoriali, e molte zone risultano scoperte. Le province in cui attualmente è possibile fare spesa sul sito Conad sono:

  • Arezzo
  • Cagliari
  • Caserta
  • Catanzaro
  • Cosenza
  • Crotone
  • Firenze
  • Frosinone
  • Grosseto
  • La Spezia
  • Latina
  • Livorno
  • Lucca
  • Massa Carrara
  • Napoli
  • Nuoro
  • Olbia tempio
  • Oristano
  • Palermo
  • Parma
  • Perugia
  • Pisa
  • Pistoia
  • Prato
  • Rieti
  • Roma
  • Salerno
  • Sassari
  • Siena
  • Sud Sardegna
  • Viterbo

...e in non tutte è possibile accedere, oltre al ritiro in negozio, anche alla consegna a casa:

Spesa online Conad

Fonte: Conad

Spesa online Coop

Per fare la spesa sul sito web della Coop, bisogna andare all’indirizzo www.e-coop.it. Qui, prima di iniziare, vi verrà fatta selezionare la vostra regione (tra quelle in cui il servizio è attivo).

Queste al momento sono:

  • Liguria
  • Lombardia
  • Piemonte
Spesa online Coop

Fonte: e-Coop.it

Una volta scelta, dovrete selezionare il tipo di servizio:

  • Drive (cioè ritiro da parte vostra al punto vendita)
  • Consegna a domicilio (vera e propria spesa online con consegna a casa, tuttavia soggetta ad ulteriori restrizioni basate sul vostro cap, che vi verrà chiesto di inserire)
Spesa online Coop

Fonte: e-Coop.it

Se selezionate Consegna a domicilio, e inserite un cap coperto dal servizio, lo step successivo sarà quello di farvi iniziare la spesa virtuale vera e propria.

Spesa online Carrefour

Anche Carrefour utilizza un sistema simile: per acquistare online si dovrà cliccare nel box in home page denominato Spesa online, e nella pagina successiva inserire il proprio indirizzo o cap al fine di verificare la copertura.

Una particolarità del servizio online di Carrefour è che in base al cap non solo potrete verificare se la zona è servita o meno, ma anche da quali e quanti servizi è raggiunta. Questi possono essere, ad esempio:

  • consegna a casa
  • ritiro in negozio
  • locker (uno dei sistemi di ritiro merce più utilizzati per chi acquista abitualmente online)
  • drive
Spesa online Carrefour

Fonte: carrefour.it

Spesa online Lidl

Lidl non ha un proprio sistema autonomo di spesa online, ma si affida ad un servizio esterno: Supermercato 24 (di cui parleremo tra poco).

Spesa online Lidl

Fonte: lidl.it

Dall’home page del sito, cliccando il menù, si verrà portati alla pagina dedicata alla spesa online.

Come per quasi tutti gli altri supermercati, anche Lidl ha una copertura territoriale limitata, e il servizio risulta al momento attivo in queste aree:

  • Bergamo
  • Bologna
  • Brescia
  • Cremona
  • Firenze
  • Forlì
  • Genova
  • Latina
  • Livorno
  • Mantova
  • Massa
  • Milano
  • Modena
  • Monza
  • Padova
  • Parma
  • Pavia
  • Pesaro
  • Pisa
  • Pordenone
  • Ravenna
  • Rimini
  • Roma
  • Savona
  • Torino
  • Treviso
  • Trieste
  • Udine
  • Varese
  • Venezia Mestre
  • Verona
  • Vicenza

Spesa online Auchan

Auchan fornisce il servizio di consegna a domicilio tramite Auchan Direct. A questo indirizzo potete trovare le condizioni di vendita e consegna a casa dei prodotti Auchan.

Tuttavia, il servizio Auchan Direct in Italia non appare operativo, e il nostro consiglio è di utilizzare il servizio Supermercato24 (di cui parleremo a breve e con cui anche Auchan è convenzionato) per farsi recapitare la spesa.

Come fare la spesa online (nei piccoli negozi al dettaglio)

Il regime di quarantena e di divieto ad uscire a cui tutta Italia è stata sottoposta a partire da marzo 2020 ha ampliato il panorama degli acquisti di beni di prima necessità online, coinvolgendo, tramite vari tipi di iniziative, anche i piccoli commercianti cittadini costretti alla chiusura forzata (o comunque ad una grossa contrazione dell’attività).

Molti negozi di alimentari al dettaglio (nonché molti ristoratori) si sono attrezzati per ricevere l’ordinazione a distanza e fornire la consegna a domicilio.

Spesso, poi, i comuni hanno assunto iniziative per catalogare gli aderenti e pubblicarli sui propri canali istituzionali.

Un altro modo di fare spesa online può allora essere considerato quello di attingere a questi elenchi di esercenti e procedere al proprio ordine da remoto secondo le modalità indicate (variabili da negoziante a negoziante e da comune a comune).

Un esempio di queste iniziative si può trovare a Milano (qui i dettagli) e Torino (qui i dettagli).

Amazon Pantry: cos’è e come funziona

Amazon Pantry (pantry in italiano significa ‘dispensa’) è il servizio di spesa online di Amazon. Come in un supermercato, è possibile mettere nel proprio carrello virtuale il cibo e le bevande, i prodotti per la cura della casa, quelli per l’igiene personale e gli alimenti per gli animali domestici.

Il servizio è al momento riservato ai soli utenti Amazon Prime e richiede un ordine di almeno 15 € per poter essere consegnato.

Come funziona Amazon Pantry

Fonte: amazon.it

Acquistare tramite Amazon Pantry è molto semplice.

Bisognerà andare nella sezione di Amazon dedicata al servizio e scegliere tra i prodotti proposti nelle varie categorie. Checkout e pagamenti sono uguali a quelli delle altre categorie dell’ecommerce più famoso del mondo occidentale.

NOTA BENE: se si effettua un ordine Amazon e contestualmente uno Amazon Pantry, i carrelli verranno consegnati con due spedizioni distinte.

Supermercato24: cos’è e come funziona

Supermercato24 è un servizio di personal shopping dedicato ai supermercati. 

Attraverso una rete di ‘shopper’ (cioè persone che fisicamente si recano ad acquistare i prodotti per conto vostro) è possibile selezionare il supermercato di zona preferito (purchè convenzionato con la piattaforma), fare la lista della spesa, ed attendere a casa la consegna ad un orario prestabilito.

Il funzionamento è intuitivo: si accede al sito, si sceglie (online) tra le migliaia di prodotti dei supermercati convenzionati, si stabilisce la data e l’ora di consegna e si invia l’ordine.

Come funziona Supermercato24

Fonte: supermercato24.it

Uno dei punti di forza di questo concetto di spesa a domicilio è il contatto diretto con il proprio shopper: è possibile, ad esempio, dargli indicazioni specifiche o essere contattati nel caso avesse dei dubbi su cosa acquistare.

CURIOSITÀ: Supermercato24 ingaggia nuovi shopper. Se siete alla ricerca di un lavoro per arrotondare lo stipendio, o se volete suggerire una prima occupazione ad uno studente, può essere un'idea originale.

Tra i supermercati convenzionati ci sono:

  • Coop
  • Conad
  • Esselunga
  • Carrefour
  • Lidl
  • Famila
  • Bennet
  • Pam
  • Iper
  • Mercato’
  • Auchan

e molti altri.

Quanto costa la spesa online

Il range di costo della spesa acquistata online e consegnata a casa varia da zero a 5 euro solitamente.

Molti negozi utilizzano promozioni e incentivi per scontare o azzerare il costo di consegna a domicilio. Ad esempio:

  • Amazon Pantry toglie le spese di spedizione se si acquistano almeno 5 articoli dalla pagina Pantry Promotion
  • Esselunga consegna gratuitamente ai clienti ultrasessantacinquenni
  • Diversi supermercati modulano il costo in base al volume dello scontrino

In generale, il costo delle consegne in locker e in modalità drive costano meno o addirittura non costano affatto.

Questi i criteri generali da tenere presenti. 

Sarà però sempre necessario verificare su ogni e-commerce o su ogni servizio di shoppers (come Supermercato 24) il costo effettivo della spesa che ci si accinge a fare,

Come si paga la spesa online

La spesa online soggiace alle stesse pratiche di tutto il commercio online. 

Generalmente i metodi di pagamento accettati sono tutti quelli digitali, o solo alcuni di essi (carte di credito dei principali circuiti, Paypal, Postepay, Apple Pay, etc).

Ci sono anche venditori che consentono il pagamento in contrassegno o alla consegna. 

Vista l’eterogeneità delle scelte in questo settore, il consiglio è cercare, all’interno del portale prescelto, la sezione ‘Pagamenti’, ‘Faq’, o ‘Condizioni di vendita’, per capire le opzioni disponibili caso per caso.

In quanto tempo viene consegnata la spesa a domicilio

Se in periodi ‘normali’ la consegna a domicilio delle grandi catene poteva essere attesa in giornata o anche in poche ore, l’emergenza Covid ha messo in crisi l’efficienza del settore consegne alimentari da parte dei supermercati.

È frequente oggi imbattersi in consegne previste 7-10-15 giorni più avanti, rendendo inefficiente l’intero meccanismo. 

La soluzione?

Non ce n’è una univoca. 

Le opzioni al momento più efficienti sembrano essere Amazon Pantry (che sfrutta la logistica e i mezzi Amazon) o, all’opposto, il negoziante al dettaglio di quartiere, in grado di evadere con più semplicità gli ordini (geograficamente molto circoscritti).

Come risparmiare sulla spesa online

Non sempre la spesa online è, in termini di costi, conveniente. I prezzi tendono ad essere uguali a quelli del supermercato e spesso bisogna aggiungere le spese di spedizione.

In più, i prodotti non possono essere scelti e controllati personalmente, e a volte l’assortimento delle piattaforme di vendita online dei supermercati non è ampio come quello degli scaffali.

Quindi fare la spesa online non conviene?

Non proprio. Il tempo risparmiato, la comodità, e - in questo periodo - la sicurezza di non doversi muovere da casa, hanno certamente un valore significativo.

Ma c’è di più.

Per risparmiare soldi quando si fa la spesa online, su alcuni supermercati e siti di vendita di prodotti alimentari è possibile utilizzare il cashback.

Si tratta di un sistema di rimborso automatico di una percentuale di quanto speso su un sito. 

Per ottenerlo, è sufficiente essere iscritti (gratuitamente) ad una piattaforma di cashback, e raggiungere attraverso questa il sito di acquisto (del supermercato, ad esempio).

APPROFONDIMENTO: per chi non conoscesse il meccanismo del cashback, è possibile consultare la nostra guida completa, o scaricare in pdf il nostro manuale.

I migliori siti per la spesa online con cashback

I siti partner di una piattaforma di cashback variano nel tempo, ed è possibile che di mese in mese se ne trovino di nuovi o non si trovino più (magari solo temporaneamente) altri che erano presenti in precedenza.

Cercando per nome o per categoria sul sito di cashback che si è scelto di usare, tuttavia, si potrà avere sempre la lista aggiornata dei negozi con convenzioni attive nel settore merceologico di interesse.

Cashback spesa online

Fonte: beruby.com

Ciò premesso abbiamo individuato alcuni dei migliori siti che permettono di fare la spesa online con cashback nel 2020.

Cashback Bennet

Ipermercato leader di settore, tra i più conosciuti e diffusi sul territorio italiano.

Cashback al 5,38% 

-> qui troverete i dettagli

Cashback La Spesa 24

La Spesa 24 è un supermercato completamente online alternativo alle catene della grande distribuzione. Si possono acquistare alimentari e bevande, prodotti per la casa, prodotti per la cura della persona.

Cashback al 3,5% 

-> qui troverete i dettagli

Cashback Essenziali Carrefour

Gli ‘Essenziali’ è la sezione di carrefour dedicata ai box alimentari. È possibile scegliere tra numerose confezioni a tema, da quella vegetariana, a quella ‘mare’, a quella bio, a quella gluten free, a quella per bambini, e molte altre.

Cashback fisso di 3,60 € 

-> qui troverete i dettagli

Cashback Tannico

Per chi non vuole rinunciare ad una buona bottiglia di vino, Tannico, una delle più note ed apprezzate enoteche italiane online, costituisce una prima scelta.

Cashback fisso all'1,40% 

-> qui troverete i dettagli

Domande frequenti

Come fare la spesa online?

La spesa online può essere fatta andando sul sito web dei principali supermercati e cercando la sezione dedicata a questo servizio. Anche Amazon, con il servizio ‘Pantry’, permette oggi l’acquisto online di alimentari e prodotti per la casa. Una ulteriore opzione è l’ingaggio di ‘shopper’ che vadano ad acquistare la spesa e poi a consegnarla a domicilio: esistono piattaforme come Supermercato 24 che offrono questo genere di servizio. Le zone raggiunte dalle consegne di spesa alimentare sono, ad oggi, limitate alle principali città o province.

Su quali siti si può fare la spesa online?

La maggior parte delle grandi catene di supermercati riservano una sezione del loro sito web al servizio di spesa online. Questa tuttavia solitamente copre solo zone geograficamente limitate. Per ovviare a queste limitazioni si possono ingaggiare personal shopper che comprino nel più vicino supermercato (attraverso piattaforme come Supermercato 24), utilizzare servizi con maggiore copertura territoriale come Amazon Pantry, o consultare presso i canali istituzionali del proprio comune gli elenchi di esercenti che permettono di comprare online e che consegnano a domicilio.

Quanto costa la spesa online?

I prodotti da supermercato comprati online non hanno di solito prezzo maggiorato rispetto al normale acquisto da scaffale. Può tuttavia essere addebitata una fee per la consegna a domicilio: questa varia da negozio a negozio, e indicativamente oscilla tra i 2 e i 5 euro. Molti supermercati e e-commerce propongono promozioni ed incentivi per diminuire, o talvolta azzerare, questo sovrapprezzo.

Conclusioni

A differenza di molti altri settori (come l’elettronica o i viaggi), la spesa alimentare, con il suo fabbisogno concreto e quotidiano da soddisfare, non ha ancora raggiunto un livello di digitalizzazione del tutto soddisfacente.

In questo articolo abbiamo visto come, oltre ai portali online delle grandi catene di supermercati, ci siano opzioni alternative per la propria spesa via web. 

DA NON DIMENTICARE: non solo spesa online dai supermercati. Il settore del food a domicilio si sta digitalizzando a 360 gradi: è il caso dei principali servizi di food delivery (Just Eat, Glovo, Deliveroo), sempre più richiesti soprattutto nelle grandi città.
Just Eat come funziona

La spesa ‘digital’ sarà certamente uno dei servizi con il maggior tasso di evoluzione ed espansione nei prossimi anni, anche sulla scorta dello shock subito dal sistema economico tradizionale nel 2020.

Se volete condividere la vostra esperienza personale nella scelta dei prodotti alimentari da computer o smartphone, e nella successiva consegna a domicilio, utilizzate i commenti qui di seguito: saranno un contributo molto utile!

Follow

About the Author

La Redazione di Italia Cashback eredita l'esperienza di 8 anni della piattaforma Queexo.com e la riversa in un nuovo contesto più globale, smart e improntato al marketing strategico (che rappresenta la principale area di expertise del gruppo).

>
Scroll Up