Cinque modi per riconoscere l’oro vero da quello falso

By Redazione Queexo | Acquisti in rete

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Lug 27
Come riconoscere l'oro

Come riconoscere l’oro vero da quello falso è il dubbio che attanaglia chiunque decida di effettuare un acquisto. Le frodi possono essere dietro l’angolo ma, oltre a rivolgersi al proprio gioielliere di fiducia, ci sono 5 modi che consentono di verificare personalmente la fattura di quanto si sta comperando.

I consigli sono altrettanto validi anche per chi intende acquistare online per usufruire di promozioni e sconti, sfruttando, ad esempio il cashback. Bisogna ricordare, infatti, che si può esercitare il diritto di recesso anche per chi compra oro tramite internet

I giorni per un eventuale “ripensamento” e, in questo caso, per una verifica dell’autenticità dell’oggetto sono 14 e si ha diritto al rimborso totale senza dover addurre motivazioni. 

Entriamo, però, nel merito della questione.

Le 2 prove visive

La prova più immediata per determinare se l’oggetto che si sta esaminando sia un falso è quella visiva.

Nella maggior parte dei casi, infatti, sull’oro è presente una punzonatura in cui è indicata la purezza dell’oro espressa in millesimi o in carati. Un oggetto si considera un manufatto in oro se sono presenti almeno 10 carati.

Per verificare la presenza di tale punzonatura bisogna munirsi di una lente di ingrandimento perché i segni sono riportati in piccoli caratteri. Potrebbe capitare, però, che oggetti in oro siano consunti e non presentino tale dicitura, scomparsa a causa dell’usura, o che su dei falsi siano indicate tali scritte. Occorre di conseguenza, conoscere altri utili indicatori. 

Con la seconda semplice indagine visiva, si può controllare se vi è un’evidente differenza di colore. Un’attenzione particolare meritano i “bordi” e le zone di maggior attrito perché solo così ci si potrà rendere conto che se ciò che si ha tra le mani sia solo ricoperto d’oro o lo sia effettivamente.

Riconoscere oro

La prova del magnete

L’oro è un metallo che non reagisce ai campi magnetici quindi se il manufatto viene attirato a sé da un magnete è sicuramente un falso. Per effettuare questo test è necessario adoperare una calamita comune che si trova molto facilmente anche nei negozi di bricolage. È bene tenere presente che le classiche calamite che si è soliti apporre sui frigoriferi non sono sufficientemente forti per attirare oggetti.

Purtroppo anche questa prova non è del tutto risolutiva perché possono essere adoperati altri materiali ugualmente diamagnetici che ben dissimulerebbero tale test.

La prova della densità

L’oro è tra i metalli più densi e, ad esempio, il valore di quello puro a 24k si attesta intorno ai 19,32 g/cm3 e misurare la densità è un buon indicatore per distinguere l’oro vero da quello falso.

Per conoscere la densità bisogna effettuare i seguenti passaggi: occorre pesare originariamente l’oro in grammi, riempire una provetta o una scala graduata di acqua, immergere totalmente l’oggetto nel liquido e appuntarsi il livello dell’acqua prima e dopo l’immersione. Il valore che si sta ricercando si calcola: peso in grammi/la differenza tra i due livelli d’acqua. Se il risultato che otterrete dopo questo esperimento è vicino a 19 g/ml allora ci si trova di fronte all’oro puro. 

La prova della ceramica

Prima di procedere con questo test, bisogna scegliere di adoperare un pezzo in ceramica che si è disposti eventualmente a rovinare e una volta scelto, provare a strisciare l’oggetto sulla ceramica. Le risultanze allora, potranno essere due: in presenza di una striscia nera l’oggetto è indubbiamente falso, altrimenti ci si troverà in presenza di una piccola scia d’oro. 

Esistono altre modalità per sincerarsi circa l’autenticità di un oggetto d’oro come, ad esempio, mordere l’oggetto o adoperare l’acido nitrico ma, soprattutto in questo secondo caso, è bene che a maneggiare il manufatto da verificare sia un esperto per non creare danni a sé o all’oggetto stesso.

Rivolgersi agli esperti e risparmiare con il Cashback

Oltre ai metodi "fai da te" appena descritti, la soluzione migliore e in genere più raccomandata per riconoscere l'oro vero da un falso è rivolgersi a un esperto, come magari il proprio gioiellere di fiducia.

Se invece si desidera affidarsi a negozi online, Italia Cashback è convenzionato con grandi marchi che vi permettono di andare sul sicuro e in più di ottenere un risparmio grazie allo shopping con cashback.

Oro vero e gioielli con il cashback

Acquistare tramite un sito di cashback un bracciale o una collana d'oro su Forzieri, il Dream Store del Lusso italiano, vi garantirà di effettuare un acquisto in tutta sicurezza e tranquillità e, allo stesso tempo, di guadagnare una percentuale anche superiore al 5% della somma spesa.

Allo stesso modo, sfruttando il meccanismo 'cashback'  per l'acquisto di un gioiello su FRModa, multibrand di abbigliamento e accessori delle migliori marche del lusso, vi permetterà di risparmiare dal 3,5% al 9% su ogni transazione.

Dopo aver letto i nostri consigli, riconoscere un falso sarà più semplice da oggi. E per i vostri acquisti di oro online, sfogliate la nostra sezione negozi, registratevi gratuitamente al portale e affidatevi agli esperti del settore!

Lasciate un commento qui sotto per raccontarci le vostre esperienze con il riconoscimento dell'oro, e, se avete già sperimentato, la vostra soddisfazione rispetto all'acquisto online di oggetti in oro (magari con il risparmio dato dal cashback!).

About the Author

Il 'Blog di Queexo' è stato per oltre 5 anni punto di riferimento italiano per i contenuti relativi a cashback, acquisti in rete, coupon, sicurezza internet, recensioni di negozi e trend della rete.

>
Scroll Up