Menu

Che cos’è il Cashback e come funziona?

By Stefano Vigliano | Guida al cashback

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Mag 28
Cashback significato

La parola cashback significa letteralmente “contanti indietro” e consiste in un rimborso parziale della spesa sostenuta dagli utenti quando acquistano online attraverso i siti dei negozi convenzionati.

Come funziona il cashback

Capire il meccanismo del cashback e come funziona è semplice: i siti di cashback stringono accordi commerciali con portali e-commerce dai quali ottengono una commissione per ogni acquisto effettuato con la loro intermediazione. 

La somma ottenuta viene divisa con l’utente che effettivamente ha sostenuto la spesa e al quale viene restituita una percentuale prestabilita in base alla convenzione stretta con lo specifico negozio.

Cashback come funziona

Questa formula consente una soddisfazione piena da parte di tutti.

-> Il sito e-commerce vende i propri prodotti / servizi e allarga i  canali di acquisizione clienti, grazie all'intermediazione delle piattaforme di cashback. 

-> Il sito di cashback divide le commissioni riconosciute dai negozi partner con i propri utenti, guadagnando da ogni transazione che veicola.

-> L’utente finale è gratificato con la restituzione di una parte dei soldi spesi per acquisti che avrebbe fatto comunque (quasi sempre sugli stessi siti che è già abituato ad usare).

Come funziona cashback

La diffusione del cashback in Italia

Il 2017 può essere considerato l’anno zero del cashback in Italia: il modello dello shopping con i riaccrediti si diffonde come non era mai riuscito a fare in precedenza e viene utilizzato in circuiti e piattaforme anche molto differenti tra loro.  

Questo anno rappresenta l'affermazione - e la conseguente diffusione capillare - di sempre più numerose cashback app, carte cashback e cashback program di vario tipo.

  • Cominciano a diffondersi anche in Italia carte di credito cashback dei principali circuiti, in particolare American Express;
  • Nascono promozioni cashback di alcuni sistemi digitali di pagamento (come Satispay);
  • Molte catene di rivenditori al dettaglio - soprattutto nel settore dell’elettronica - propongono ai loro clienti ‘offerte cashback’ in alternativa a sconti e promozioni classiche;
  • Infine, alcune piattaforme online globali di cashback. già affermate in altri mercati.  cominciano a guardare con interesse il mercato italiano.
Siti di cashback in Italia e cashback app

Veri 'soldi indietro' con lo shopping online 

Il servizio offerto dai siti di cashback online non si configura come un semplice sconto sulla merce, bensì come una restituzione reale di una parte del denaro pagato.

Cashback o Cash back, significa infatti letteralmente soldi indietro, e il meccanismo si regge per l'appunto sul ritorno nelle tasche del cliente di una parte di quanto ha speso.

Solitamente, il sito di cashback impone il raggiungimento di una soglia minima prima di poter richiedere la corresponsione del pagamento dovuto, in modo tale da fidelizzare i propri utenti (che per incassare i propri soldi dovranno maturare altre commissioni). 

Spesso questi vengono a loro volta incentivati all’acquisto grazie all’accredito di un bonus al momento della registrazione (si tratta anche in questo caso di soldi reali e incassabili in un secondo tempo).

Per capire realmente come funziona il cashback (e quanto conviene) bisogna sempre ricordarsi che questo è cumulabile ad ogni altro tipo di sconto, ma concettualmente diverso da ognuno di questi (che agiscono direttamente sul prezzo finale di acquisto).

Ne deriva che chi acquista tramite i siti di cashback può usufruire ugualmente delle offerte messe a disposizione dal venditore partner: tutti i 'normali' sconti del negozio sono sommabili al rimborso stesso, in un loop virtuoso di risparmio per il consumatore.

Struttura e funzionamento di un sito di cashback

I siti di cashback, come abbiamo visto, stringono delle convenzioni con dei negozi online e suddividono i proventi a loro spettanti - per l’intermediazione nel processo di acquisto - con lo stesso utente che ha effettuato l’ordine.

Ciò avviene in una misura che varia di volta in volta, in base alle condizioni stipulate con il venditore partner, e in base al tipo di account dell'utente stesso (i gratuiti percepiscono cashback più bassi di quelli a pagamento).

In generale, il riaccredito o 'cash back' medio che si può ottenere online varia dal 5 al 10% di quanto si è speso.

Considerando che ogni portale di cashback stringe accordi commerciali diversi e sceglie autonomamente i propri partner, sarà dunque importante optare per il sito di cashback più completo e più adatto alle proprie esigenze.

In generale, i principali parametri da prendere in considerazione per la scelta sono:

  • percentuale dei riaccrediti
  • eventuali bonus (di benvenuto, di fedeltà, di affiliazioni)
  • numero e qualità dei negozi partner
  • presenza di una sezione codici sconto
  • feedback degli utilizzatori quanto ai pagamenti 

I negozi online che è possibile trovare su questi portali sono i più disparati, e coprono ogni categoria. Per fare qualche nome: da Booking.com per i viaggi, a Nike per lo sport, a Bonprix per l’abbigliamento fino a Unieuro per l’elettronica.

L’elenco potrebbe essere lunghissimo: basti pensare che il sito di cashback attualmente più conveniente in Italia in termini di riaccrediti - Dubli - ha, a livello globale, oltre 12.000 negozi partner tra cui scegliere.

Ma entriamo concretamente nel merito di come funziona un sito di cashback, analizzando tre diversi step.

  1. Registrazione

    Il primo passo su un sito di cashback è la registrazione. Registrarsi sul sito è - ovviamente - obbligatorio, ma gratuito. Al momento dell’iscrizione l’utente riceve spesso un bonus di benvenuto (ad esempio 5€ o 10€ nella sua cassa).
  2. Scelta del Negozio

    Il secondo step è la scelta del negozio online su cui acquistare. I siti di cashback ci introducono a una grande vetrina virtuale di negozi, selezionabili e filtrabili per categoria, brand, prodotti. Per ognuno c'è l'indicazione della percentuale di riaccredito che si otterrà sulla propria spesa.
  3. Acquisto

    Il terzo passaggio è l’acquisto, fatto sul sito del negozio partner, raggiunto grazie al link presente sul sito del cashback stesso. È di fondamentale importanza che il browser sia configurato per l’accettazione dei cookie: in questo modo l’acquisto viene riconosciuto come proveniente dal sito di cashback e il rimborso, conseguentemente, è assegnato.
NOTA: sempre più portali di cashback, per ovviare al doppio passaggio (login al sito e acquisto su un e-store esterno), hanno sviluppato estensioni del browser che segnalano la presenza di una offerta di cashback nel negozio che si sta visitando (o che compare in una serp di Google). In questo modo, con una semplice accettazione di un pop up, si potrà ricevere il cashback comprando direttamente sul negozio (senza necessità di passare prima dal sito di cashback vero e proprio).

Come ottenere il cashback dopo l'acquisto?

Per chi ha ancora poca familiarità con i sistemi di shopping con cashback, può risultare poco chiaro il processo di accredito dei soldi dopo l'acquisto.

Cashback come funziona

In realtà è molto semplice.

Una volta che si completa l’ordine, saranno accreditati i soldi sul proprio profilo utente del sito di cashback nella misura pari alla percentuale preindicata per l’acquisto di quel prodotto specifico.

Quando si raggiunge una soglia minima (in genere tra i 25 e i 50 €), i soldi saranno corrisposti tramite Paypal o bonifico. Ogni sito, anche in questo caso, ha proprie regole circa le modalità di pagamento e il valore imposto come soglia minima.

Si possono guadagnare soldi anche invitando i propri amici ad iscriversi al sito di cashback. Il passaparola e la viralità sono per i portali di cashback la miglior forma di pubblicità, considerando l'utilità quotidiana del servizio per chiunque acquisti online.

Le persone iscritte attraverso il link personale di affiliazione permetteranno al loro 'referente' di ricevere degli introiti per ogni loro acquisto, incrementando i suoi guadagni all’aumentare del numero degli amici invitati.

Per approfondire ulteriormente l'argomento dello shopping con i riaccrediti, abbiamo raccolto le 10 cose da sapere sui siti di cashback in questo articolo.

Conclusioni

Acquistare online è (quasi) sempre più comodo e più conveniente. Comunque la si pensi, è la direzione che il mercato e i consumatori di tutto il mondo hanno preso.

Per rendere l’idea, nel 2021 si stima che al mondo 2,21 miliardi di persone acquisteranno online.

Dati acquisti online

Fonte: Casaleggio Associati

Se da un lato Cina e Stati Uniti rappresentano da soli quasi il 70% dell’e-commerce globale, l’intera area asiatica influenzerà, con la sua crescita, l’equilibrio mondiale complessivo a livello di attori e fatturati.

In Europa, i leader consolidati nel commercio elettronico sono Regno Unito, Germania e Francia.

Tuttavia, i paesi che hanno visto crescere l’e-commerce market più velocemente negli ultimi cinque anni sono Olanda e Italia, e si prevede per questi mercati emergenti un’ulteriore crescita del 14% ogni anno fino al 2021.

Questi scenari, che manifestano traiettorie e trend chiari e inarrestabili, danno ancora più linfa e valore ai sistemi di cashback online, che consentono di acquistare da casa facendo leva su un meccanismo di risparmio passivo e automatico. 

Il primo passo è capire come sono strutturati i siti di cashback e in cosa si differenziano, ad esempio, da sistemi di codici sconto e concorsi a premiper poi trovare il modo di sfruttare appieno le potenzialità di questo servizio.

È anche possibile registrarsi gratuitamente e sperimentare quanto si guadagna sin dal giorno 1, con il grosso vantaggio di non dover cambiare le proprie abitudini di acquisto per scoprirlo.

Capire come funziona il cashback nel dettaglio, paradossalmente, è in fin dei conti l'ultimo dei problemi: dopo aver creato un account gratuito (qui una nostra guida step by step su come fare), il semplice utilizzo dei siti e delle piattaforme di prenotazione che si usavano già prima genererà 'passivamente' cash flow ad ogni transazione.

E voi siete già iscritti a una piattaforma di cashback? Qual è la vostra esperienza? Lo consigliereste a chi compra spesso online?

About the Author

Stefano Vigliano, imprenditore digitale ed esperto di online marketing strategico, è stato co-founder del portale italiano di cashback Queexo nel 2010. Ama i suoi cani, le buone letture e la scrittura notturna...

>
Scroll Up