Menu

Le migliori creme solari: quale scegliere e come risparmiare

By Redazione Italia Cashback | Trend

SCARICA LA NOSTRA GUIDA AL CASHBACK

Vuoi risparmiare centinaia di euro all'anno dai tuoi acquisti online?

Giu 14
Solari consigliati dai dermatologi

Fondamentali per la protezione della pelle dalle pericolose radiazioni solari UV, le creme e gli spray solari devono rispettare la nostra cute, donarci un'abbronzatura dorata e delicata, e salvaguardarci dall’esposizione ai raggi nocivi.

Ma quali sono le migliori creme solari?

Per rispondere a questa domanda è importante conoscere non solo la lista dei prodotti più consigliati dai dermatologi, ma anche le loro indicazioni sulla corretta esposizione ai raggi solari.

In questo articolo approfondiremo l’argomento fornendo una guida completa a questi temi, e daremo le informazioni necessarie per acquistare online le creme solari migliori (e al miglior prezzo!).

Scottature, eritemi, bruciori: il sole emette radiazioni che provocano problemi come questi e invecchiamento precoce della pelle, ma anche e soprattutto gravi patologie a lungo termine.

Per prima cosa, il consiglio dei dermatologi è di evitare - sempre e dovunque - le esposizioni durante le ore più calde, cioè dalle 11:00 alle 16:00, scegliendo poi le migliori creme solari per proteggersi durante il resto della giornata.

Ma andiamo per gradi analizzando tutti gli aspetti da conoscere quando si vuole prendere il sole in sicurezza.

Quali sono le migliori creme solari?

Sfatiamo subito un falso mito: non esiste la migliore crema o filtro solare. Tutto dipende da chi userà il prodotto (un adulto, un bambino, un anziano…) e dalla capacità della pelle di assorbire i raggi solari senza danneggiarsi.

Fondamentale, però, è la scelta delle emulsioni contenute nelle creme. Ad esempio, esistono buone creme solari in commercio composte da oli vegetali naturali come aloe e avocado, che si adattano a qualsiasi tipo di pelle (anche alle più chiare e sensibili).

In generale, è necessario che la protezione sia idratante, per prevenire l’effetto dei raggi solari combinato al sale marino, che rischia seriamente di minare la freschezza e l’elasticità anche delle pelli più forti.

Per andare più nello specifico, e capire quale sia la migliore crema solare per ognuno di noi, bisogna capire come agiscono questi prodotti e perché sono importanti.

In ogni caso, fare una visita dermatologica all’anno (soprattutto per il controllo dei nei), e seguire le indicazioni dei dermatologi in fatto di scelta della protezione solare, è il primo passo per chiunque.
come scegliere la crema solare

Perché è importante la protezione solare

Prima di esporsi ai raggi solari bisogna essere consapevoli dei pro e dei contro che questa scelta comporta, informarsi su eventuali rischi e prendere le dovute precauzioni.

Il sole, infatti, può non solo provocare un invecchiamento cutaneo e un’insorgenza prematura delle rughe, ma eritemi o scottature possono danneggiare in maniera consistente la pelle.

Nei casi più gravi, una reiterata cattiva esposizione ai raggi solari determina il presentarsi di tumori quali, ad esempio, il carcinoma basocellulare e quello spinocellulare.

Il famigerato melanoma non ha una chiara e dimostrata correlazione con l’esposizione ai raggi del sole (avendo soprattutto concause genetiche e legate al fototipo), ma tuttavia i dermatologi sospettano che i raggi UVA giochino un ruolo nella sua insorgenza.

Questa premessa non intende creare allarmismo fine a sé stesso, ma è bene conoscere i rischi per prevenire danni futuri.

Vediamo insieme le principali caratteristiche dei raggi solari e, in base al proprio tipo di pelle e alle proprie caratteristiche fisiche, come scegliere la crema solare migliore e più idonea.

I raggi solari: da cosa bisogna proteggersi

I raggi solari si dividono a seconda della loro lunghezza d’onda: una distinzione fondamentale è quella tra i raggi infrarossi e i raggi ultravioletti.

I raggi ultravioletti si dividono a loro volta in raggi UVA, UVB E UVC.

Escludendo i raggi UVC che non raggiungono l’uomo in maniera diretta perché sono filtrati dall’ozono, sia i raggi UVA che quelli UVB possono essere dannosi per le persone.

I primi, infatti, sono quelli che determinano l’abbronzatura e che assorbiamo anche quando il cielo è nuvoloso mentre i secondi sono quelli da sempre considerati più pericolosi.

Recentemente, tuttavia, c’è stata una profonda rivalutazione del rischio connesso ai raggi UVA.

Questi in passato sono stati sottovalutati e spesso non presi in considerazione quando si parlava di filtri protettivi. La ragione è che i raggi UVA danno meno effetti ‘sintomatici’, e sono i più ambiti perché artefici della ‘tintarella’ (anche di quella artificiale delle lampade).

Per gli esperti, tuttavia, è fondamentale proteggersi dalle radiazioni UVA, e lo standard imposto dalla normativa europea prevede che un prodotto di buona qualità abbia un fattore anti UVA di almeno un terzo rispetto a quello anti UVB.

Il fattore di protezione

Ogni crema solare ha un fattore di protezione espresso da un valore numerico e dalla sigla SPF (fattore di protezione solare) che equivale alla capacità del prodotto di limitare l’assorbimento dei raggi.

Questo valore è calcolato tenendo presente quanto tempo sia necessario esporsi al sole prima di dare luogo a una scottatura ma, ovviamente, sono misurazioni che vanno commisurate alla persona, al luogo in cui vive e quante ore trascorre fuori casa.

Il valore medio di protezione che i dermatologi consigliano si attesta intorno a 20-25, ma sale immediatamente a 40-50 se il tempo di esposizione è notevole e concentrato nelle ore più calde della giornata.

Migliori creme solari online

I 6 fototipi

Per capire quale sia la migliore crema solare protettiva da usare, bisogna in primo luogo rispondere alla domanda: di quale fototipo siete?

Il fototipo è un modo per distinguere le persone da un punto di vista dermatologico in base alla quantità e alla qualità di melanina presente nel corpo e a come questa reagisce alla stimolazione solare.

I fototipi sono 6 e presentano le seguenti caratteristiche:

  • da 1 a 3 la carnagione è molto chiara, i capelli sono biondi o rossi o castano chiaro e l’abbronzatura è molto leggera;

  • da 4 a 6 rientrano le persone con capelli dal colore castano scuro, la carnagione altrettanto scura e l’abbronzatura è omogenea con un colorito alquanto deciso.

Quale protezione solare scegliere?

I fototipi appartenenti alle prime categorie necessitano di una protezione massima e, come per i bambini, è consigliabile anche un SPF 50+.

La protezione, infatti, si divide in bassa, media, alta e molto alta e presenta questi valori indicativi:

  • Bassa: da 6 a 10;

  • Media: da 15 a 20;

  • Alta: da 30 a 50;

  • Molto alta: 50+

Infografica protezione solare

Fonte: www.dieta-e-bellezza.com

La scala numerica del fattore di protezione, va però presa con le molle.

È opinione diffusa tra i dermatologi che i prodotti con SPF inferiore a 8 non offrano alcun filtro ai raggi del sole, e addirittura in alcuni paesi è vietata la dicitura di protezione contro i raggi UV per le creme che abbiano un fattore inferiore al 15.

Valutate bene, prima di scegliere la crema solare giusta, che questa sia in grado di assicurare protezione da tutte le radiazioni solari (come abbiamo visto, sia UVA che UVB), che sia resistente all’acqua (di riflesso sarà resistente anche al sudore) e, per invogliare ad applicarla frequentemente, che abbia un buon odore sulla pelle.

Non dimenticate di spalmare la crema più volte durante il giorno, anche ogni 120-180 minuti se il periodo di esposizione è prolungato o avviene durante le ore più calde della giornata (come dalle ore 12 alle 16), e in ogni caso di riapplicare il filtro dopo aver fatto un bagno.

Un’ultima raccomandazione: indossate anche occhiali da sole di ottima marca (e perchè no, che diano una spinta in più al vostro look!) per proteggere gli occhi, che potrebbero essere interessati ad altre problematiche causate dai raggi solari.

La protezione solare per i bambini

Per i bimbi, le regole della protezione solare sono ancora più rigide.

Le scottature infatti, sono molto più pericolose che per gli adulti, potendo arrecare danni sul lungo periodo.

Se fino ai 3 anni l’esposizione diretta ai raggi solari è sconsigliata da dermatologi e pediatri, in generale, quando portiamo con noi i bambini in spiaggia, ci sono alcune precauzioni da osservare sempre:

  • riparare i bimbi con maglietta, occhiali da sole e cappellini;
  • evitare tassativamente l’esposizione al sole dalle 11 alle 16;
  • utilizzare creme protettive con SPF superiore a 40, resistenti all’acqua, con buona tollerabilità, ed emollienti;
  • ri-applicare i filtri protettivi dopo ogno bagno e in ogni caso ogni 2-3 ore.

Le migliori creme solari (e quelle consigliate dai dermatologi) per il 2019

Nessun filtro solare deve essere considerato come un toccasana miracoloso: la protezione che anche la migliore crema può offrire non potrà mai farci stare totalmente al sicuro.

Di conseguenza, buonsenso, lettura delle etichette (oggi meno fuorvianti di quanto fossero fino a pochi anni fa) e ascolto del parere degli specialisti devono sempre viaggiare di pari passo alla scelta dei migliori solari.

Vediamo in ogni caso un ventaglio di opzioni tra le più apprezzate creme solari in commercio nel 2019:

Eau Thermale Avène Spray

Ideale per pelli sensibili e facile da spalmare, l’acqua termale Avène fornisce un filtro ad ampio spettro, sia UVB che UVA, con un fattore di protezione 50+.

Tra gli spray solari di fascia media è probabilmente il migliore sul mercato.

Solari consigliati dai dermatologi: Eau Thermale Avène Spray

Garnier Ambre Solaire Ultra-Idratante SPF 20

L’Ambra Solaire di Garnier è un prodotto molto diffuso, di facile reperibilità e grande successo di pubblico.

Questo perché rappresenta un ottimo compromesso qualità-prezzo, con una protezione anti UVB e UVA particolarmente adatta ai fototipi 3 e 4.

La principale controindicazione è che, contenendo alcuni componenti potenzialmente allergenici, non è adatta a chi ha pelle sensibile o soggetta a irritazioni.

Migliori creme solari: Garnier Ambre Solaire Ultra-Idratante SPF 20

Neutrogena Ultra Sheer Dry-Touch Sunscreen 100+

In un recente studio pubblicato sul Journal of American Academy of Dermatology, i ricercatori hanno scoperto che, in condizioni reali (invece che in laboratorio), la protezione solare SPF 100+ era significativamente più efficace nella protezione della salute nel medio-lungo termine rispetto alla crema solare SPF 50+.

Iniziare con un SPF più elevato agisce, in pratica, come una polizza assicurativa nel lungo periodo.

Questa crema a rapido assorbimento di Neutrogena, non unta, soddisfa esattamente l’esigenza di chi vuole un livello di sicurezza massimo con un prodotto affidabile e collaudato.

Creme solari consigliate dagli esperti: Neutrogena Ultra Sheer Dry-Touch Sunscreen 100+

Blue Lizard Australian Sunscreen, Sensitive SPF 30+

Per chi ha la pelle sensibile e cerca soltanto prodotti naturali, il Blue Lizard Australian Sunscreen può essere un prodotto molto interessante.

Questa crema solare minerale è estremamente delicata, poiché è priva di sostanze chimiche potenzialmente irritanti, parabeni e profumi.

Un elemento originale è la bottiglia che diventa blu quando c'è un'esposizione ai raggi UV, trasformandosi in un ottimo promemoria per ri-applicare il filtro.

Resistente all'acqua per un massimo di 40 minuti, si assorbe rapidamente e non ha un forte odore di protezione solare.

Creme consigliate dai dermatologi: Blue Lizard Australian Sunscreen, Sensitive SPF 30+

Garnier Ambre Solaire Acqua UV IP 20

L’acqua bifasica Ambra Solaire (composta da una parte oleosa e una acquosa) è un solare fresco e piacevole da applicare. Non unge, viene assorbita rapidamente, e dona una sensazione di rigenerante freschezza grazie all’aloe vera contenuta nella sua composizione.

È adatta a tutti i tipi di pelle e ha un fattore di protezione 20.

creme solari consigliate dai dermatologi: Garnier Ambre Solaire Acqua UV IP 20

La Roche-Posay Anthelios XL SPF 50+ Latte Solare Vellutato

Protezione rinforzata nei confronti dei raggi UVA, addirittura oltre i parametri europei di sicurezza.

Utilizza la tecnologia XL-Protect e l’acqua termale di La Roche-Posay con le sue proprietà antiossidanti e lenitive.

migliori solari: La Roche-Posay Anthelios XL SPF 50+ Latte Solare Vellutato

Revision Skincare Intellishade SPF 45

Questo idratante con SPF protegge la pelle mentre la perfeziona.

È il primo prodotto del suo genere ad essere stato formulato con tutti gli ingredienti minerali per la protezione solare, fornendo allo stesso tempo benefici anti-invecchiamento e idratazione alla pelle.

La protezione ad ampio spettro si combina con i peptidi (che stimolano la produzione di collagene) e gli antiossidanti (come la vitamina C) che aiutano a ridurre la comparsa di rughe mentre illuminano la pelle.

Migliori filtri solari consigliati: Revision Skincare Intellishade SPF 45

Come comprare le creme solari online

Anche le migliori creme solari in commercio, una volta aperte, perdono ogni anno il 50% del fattore di protezione. Per questo è importante acquistarne periodicamente una nuova confezione, al di là della data di scadenza riportata.

Se il costo di una crema consigliata dai dermatologi è spesso decisamente alto, acquistare online permette di accedere a prezzi più bassi e offerte frequenti.

In particolare, è possibile utilizzare il cashback, cioè il riaccredito di una percentuale di quanto si è speso per il proprio acquisto, in moltissimi e-commerce che vendono prodotti di bellezza e creme protettive.

Vi basterà scegliere uno dei migliori siti di cashback in Italia, registrare un account gratuito su quello più adatto alle vostre necessità, e acquistare i prodotti come avete sempre fatto.

Accedendo infatti alla lista dei negozi della categoria Salute o Bellezza e igiene personale convenzionati con il portale scelto, potrete acquistare le migliori creme solari in decine di e-store partner - tra cui i più affidabili brand del settore - ed ottenere il rimborso generato dal cashback, in forma di percentuale su quanto effettivamente spendete.

Per fare degli esempi concreti*:

Acquistando su Bottega Verde è previsto un rimborso cashback fino al 7%
Acquistando su MyBeautyBox, il rimborso arriva, invece, fino al 14% circa sulla spesa totale.
Se si compra la propria crema solare sul sito online di Clarins, il cashback previsto arriva all’8,4%
Le Profumerie Douglas propongono una riaccredito fino al 9% dell’importo pagato

*esempi calcolati sulle percentuali 2019 di Dubli, la piattaforma di cashback che attualmente propone i riaccrediti cashback più alti in Italia, anche sulle creme solari.

Conclusioni

Per ricapitolare, scegliere una crema solare è un’operazione che deve tener conto di vari fattori:

  • le regole alla base di una esposizione prudente al sole
  • la conoscenza del proprio corpo (in particolare del proprio fototipo)
  • i consigli del medico e i prodotti consigliati dai dermatologi
  • gli strumenti di risparmio come il cashback per comprare prodotti di qualità a prezzi convenienti

Che voi abbiate già pianificato le vostre vacanze o meno, che abbiate più voglia di mare, città d’arte o montagna, portare in borsa la giusta crema solare per le vostre necessità è uno dei primi passi da fare quando vi metterete in viaggio!

Qual è il solare con cui vi siete trovati meglio l’estate scorsa? Scrivetecelo nei commenti o suggeriteci di inserirlo nella nostra guida.

About the Author

La Redazione di Italia Cashback eredita l'esperienza di 8 anni della piattaforma Queexo.com e la riversa in un nuovo contesto più globale, smart e improntato al marketing strategico (che rappresenta la principale area di expertise del gruppo).

  • Marcello ha detto:

    Salve la protezione solare “Specchiasol”mi ha rovinato le vacanze dopo la prima applicazione mi ha provocato un eritema cutaneo in tutte le parti del corpo dove l’ Ho applicato mi dispiace non poter pubblicare le foto ma l’ Ho fatto sul profilo di fb dell’azienda. A distanza di 10 gg ancora prendo antistaminici antibiotici crème al cortisone

  • >
    Scroll Up